Benefici fiscali sulla casa in Italia per i pensionati AIRE residenti all'estero

Molti cittadini residenti all'estro possiedono almeno una abitazione in Italia. Dopo tanti anni di discussioni sull'IMU (Imposta Municipale Unica) oggi i pensionati residenti all'estero ed iscritti all'Aire con pensione rilasciata dallo stesso Stato estero possono usufruire dell'esenzione dall'IMU e TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili). Per quanto riguarda la Tassa sui Rifiuti (TARI) si può usufruire di una riduzione di 1/3. Per il 2016 questi benefici fiscali sulla casa si applicano in tutti i Comuni italiani (eccetto quelli delle province autonome di Bolzano e Trento)”.

Nel 2012 e 2013 era possibile per il Comune "considerare direttamente adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata";

Nel 2014, in seguito all'approvazione della Legge 23.05.2014 n° 80 , G.U. 27.05.2014 è stata eliminata la possibilità di assimilazione ad Abitazione principale.
Per cui nel 2014 l'immobile è da ritenersi come seconda abitazione.

2015 - Sempre la Legge 23.05.2014 n° 80 prevede che:

"A partire dall'anno 2015 e' considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unita' immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), gia' pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprieta' o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso."

2. Sull'unita' immobiliare di cui al comma 1, le imposte comunali TARI e TASI sono applicate, per ciascun anno, in misura ridotta di due terzi.

Quindi dal 2015, per gli iscritti all'AIRE l'immobile in Italia si può considerare Abitazione principale (e quindi esente IMU) solo se si è pensionati nello Stato estero di residenza e con pensione rilasciata dallo stesso Stato estero.
Se si è pensionati in Italia ma si risiede all'estero, non è possibile considerare l'immobile come abitazione principale.
Per tutti gli altri iscritti AIRE, qualunque immobile posseduto in Italia (abitativo o non abitativo) è di fatto un normale immobile soggetto ad aliquota ordinaria deliberata dal Comune in cui l'immobile è ubicato.
Dal 2016, in applicazione della Legge di Stabilità, oltre all'esenzione IMU per le Abitazioni principali AIRE dovrebbe valere anche l'esenzione TASI come per le altre abitazioni principali (Categorie da A2 ad A7).
Comunque in caso di dubbi è sempre meglio contattare l'Ufficio Tributi del Comune.

Per maggiori informazioni ed assistenza in Svezia ci si può rivolgere al Patronato INCA CGIL Svezia con sede a Stoccolma, tel 08-345720, mail stoccolma.svezia@inca.it.

Patronato INCA CGIL Svezia (fonte: http://www.amministrazionicomunali.it)