Elezioni in Svezia

Il 9 settembre 2018 si vota in Svezia per il rinnovo del Parlamento e dei Consigli comunali e provinciali

Chi ha diritto di votare?

Per il Parlamento (Riksdagen) hanno diritto di votare tutti i cittadini svedesi registrati all’anagrafe in Svezia che abbiano compiuto 18 anni al più tardi il giorno delle elezioni.

Per i Consigli comunali e provinciali (Kommunfullmäktige e Landstinget) hanno diritto di votare tutti i cittadini dell’ Unione Europea, dell’Islanda e della Norvegia, registrati all’anagrafe in Svezia almeno 30 giorni prima del giorno delle elezioni, che abbiano compiuto 18 anni al più tardi il giorno delle elezioni e tutti i cittadini di paesi extracomunitari che siano stati registrati all’anagrafe in Svezia per almeno 3 anni e che abbiano compiuto 18 anni al più tardi il giorno delle elezioni.

Come si vota?

Tra il 16 e il 22 agosto tutti gli elettori riceveranno per posta una scheda elettorale (röstkort),.

Chi non l’avesse ricevuta può chiederne un duplicato alla valmyndighet (www.val.se).

Sulla röstkort è indicato in quale seggio, solitamente una scuola vicino all’abitazione, l’elettore/l’elettrice deve andare a votare e se ha diritto di votare per il Parlamento e i Consigli comunali e provinciali oppure solo per questi ultimi.

Il giorno delle elezioni l’elettore/l’elettrice si reca al seggio con la sua röstkort e un documento di identità (dove ci sia la foto dell’elettore/elettrice e la sua data di nascita).

Se ha perso la sua röstkort, può ottenerne un duplicato scaricandola dal sito della valmyndighet.

Se non ha un documento di identitá la sua identitá può essere confermata da un altro elettore

L’elettore/l’elettrice vota prendendo nel locale elettorale due oppure tre buste (a seconda se ha diritto di votare per il Parlamento o no) . Su un tavolo nel seggio ci sono le schede dei vari partiti, di differenti colori per il voto per il Parlamento, la Provincia e il Comune.

Ci sono anche, su altro tavolo, le schede dei partiti con i nomi dei candidati, se l’elettore vuole dare una preferenza. Si può dare solo una preferenza, segnando una crocetta nel riquadro apposito accanto al nome del candidato/della candidata.

Nella cabina l’elettore/l’elettrice mette una scheda con il simbolo del partito che intende votare (o una scheda con il nome del partito che intende votare e con i nomi dei candidati) in ogni busta e consegna poi le buste chiuse ai funzionari.

 

Voto anticipato

Chi non può o non vuole votare il 9 settembre può anche ricorrere al voto anticipato (förtidsval).

Si può votare in anticipo dal 22 agosto al 9 settembre.

Nei locali dove si svolge il voto anticipato, possono votare elettori e elettrici di tutte le circoscrizioni elettorali del paese.

I locali dove si svolge il voto anticipato sono segnalati da uno speciale manifesto e sono indicati nel sito della valmyndighet e sulla scheda elettorale (röstkort).

Si può votare in anticipo una sola volta. Se l’elettore/l’elettrice cambia idea, può andare a votare il giorno delle elezioni nel suo seggio e verrà annullato il suo voto anticipato.

 

Difficoltà di andare a votare

Chi non ha la possibilità di recarsi al seggio per motivi di salute o disabilità può votare  mediante un delegato, in presenza di un testimone. La speciale busta per farlo si deve chiedere alla valmyndighet o al proprio comune.