SAGA DEI GRILLO IN SVEZIA

                UNA POTENTE FAMIGLIA D’IMMIGRATI IN SVEZIA DALLA GERMANIA
NEL XVII SECOLO CON RAMIFICAZIONI FAMOSE IN ITALIA

Chi non ricorda la spettacolare interpretazione di Alberto Sordi nel film” IL MARCHESE DEL GRILLO”! Ebbene un ramo di questa famiglia, discendente da Gianifero Grillo, conte del Sacro Romano Impero, originario dalla Germania, che si trasferisce a Genova nell’anno 798¹. In Italia sono ancora presenti due rami: il ramo di Genova e il ramo di Napoli.
Non suppongo che da tale ramo discenda Beppe Grillo!
Ma non vogliamo raccontare la storia dei marchesi del Grillo in Italia, ma del ramo rientrato in Germania, da dove provengono I membri della famiglia Grill attualmente residente in Svezia e in modo particolare Claes Grill [Il post prosegue dopo la foto]

Oljemålning av Gustaf Lundberg

Oljemålning av Gustaf Lundberg

Non si sa con precisione se il cambiamento di cognome da Grillo a Grill sia avvenuto in Germania, Olanda oppure in Svezia.
Il figlio di un Andrea Grillo, commerciante di vini ad Augsburg in Germania, Baltazar, era orefice. Tre dei figli di Baltazar si trasferiscono in Olanda, probabilmente a causa delle persecuzioni degli ugonotti nei confronti dei cattolici.
Uno di essi, Antonio, si trasferisce in Svezia ed essendo molto abile nell’analizzare la quantità di oro e argento presenti in un monile o moneta, diventa Riksguardien, controllore della Zecca Reale. I membri della famiglia Grillo praticarono con successo l’attività commerciale in diverse branche, cosa che non dovrebbe destare meraviglia avendo questa famiglia vissuto nella Repubblica Marinara di Genova dagli albori delle attività di mercatura con I Paesi dell’area Mediterranea, il Medio Oriente, la Francia, la Spagna e il Portogallo.
I figli di Antonio Grillo, Antony (1640-1703) e Balthazar (+1697) assunsero il ruolo del genitore nella Regia Zecca. Antony era orefice e Balthazar aveva interessi nella Vetreria di Kungsholm e nella fonderia dell’argento di Sala.
La generazione successiva si dedica all’attività di commercio all’ingrosso e riallaccia i contatti con i parenti in Olanda. Il figlio di Antony Sr (1674-1725), Abraham(1674-1725) avvia con suo fratello Carlo (1681-1736) l’Azienda Commerciale Grill che Carlo, dopo la morte del fratello gestì insieme al nipote Claes (1705-1767). Alla morte di Carlo, Claes continuò l’attività da solo ma, nel 1747, fece entrare come socio il fratellastro Johan Abraham (1719-1799). Alla morte di Johan Abraham l’Azienda cessò di esistere.
I tre fratelli Grill, Claes, Johan Abraham a Stoccolma e Abraham Grill Jr a Göteborg (!707-1763) divennero direttori della Compagnia delle Indie Orientali (SOIC). Il figlio di Abraham Jr, Jean Abraham Grill (1736-1792) era stato prima responsabile dei carichi con stazionamento a Canton, in Cina, dal 1761 al 1768 e diventò direttore della SOIC nel 1789.
Questa Compagnia di Navigazione era stata fondata già nel XVII secolo, destinata a svolgere commercio e mercatura con l’Estremo Oriente.
Claes Grill, il più famoso, costruiva i galeoni nei propri cantieri navali; forniva legname, ancore e ferro battuto dalle officine e le proprietà boschive di Iggesund, Söderfors e Österby. Acquistava, inoltre catrame, cordame e tela da vela dal fratellastro Johan Abraham. Il ferro in verghe che i navigli trasportavano a Cadiz, in Spagna, veniva prodotto nelle officine dell’Uppland e venduto per finanziare gli acquisti in Cina. Una parte dei capitali per le spedizioni provenivano dai mezzi propri oppure dai parenti in Olanda.
Diversi bei servizi di piatti con lo stemma di famiglia (una gru con un grillo in bocca) venivano acquistati in Cina e trasportati dai galeoni della Compagnia delle Indie Orientali. Diversi pezzi di questi servizi, creati da Christian Precht e Jean Erik Rehn, sono conservati presso I discendenti della famiglia e in musei svedesi.
Claes Grill (1705-1767), oltre alle officine di Iggesund, Söderfors e Österby  e al palazzo nel centro della Piazza Grande della Città Vecchia (di fronte sulla destra della stradina , dando le spalle alla fontana e guardando verso il National Museum ), fece costruire anche Svindelvik, la residenza estiva, celebre per l’imponente terrazza situata in riva al mare, sulla strada che porta a Nacka, oggi Museo, era collezionista d’arte e contribuì nelle ricerche sia dell’Accademia delle Scienze, di cui era Membro, e di altre istituzioni.
Egli è il capostipite del ramo di Söderfors, estintosi con la successive generazione. Il fratello gemello, Antony (1705-1783) è il capostipite del ramo di Garphytta e Jean Abraham Grill del ramo di Godegård. I discendenti di ambedue questi due ultimi rami sono viventi².

Angelo Tajani


¹ G;B;DI CROLLALANZA Dizionario Storico-Blasonico delle Famiglie Nobili e Notabili Italiane Estinte e Fiorenti, p.504 Vol.1. 1998  Arnoldo Forni Editore, (Ristampa Anastatica).

² Le notizie storico-genealogiche sono state tradotte da Wikipedia e da alter fonti.